IMG-LOGO

Le 3 A, per ottimizzare la produttività

2020/07/23

Con le nuove forme di lavoro frammentate e da remoto, anche il concetto di produttività subisce un cambiamento.

Per lungo tempo la misura centrale del successo aziendale è stata la produttività, un parametro che di fronte alle interruzioni associate alla pandemia globale e alle crisi in atto ha perso consistenza e altri sono diventati fattori di successo.

Si tratta anche di capire cosa si intende per produttività. 

Ma i tempi sono cambiati e con le nuove forme di lavoro frammentate e da remoto, produttività significa mantenere gli individui fisicamente isolati e concentrati sul lavoro, nel tempo che hanno a disposizione.

Sulla base di queste nuove esigenze, 451 Research, una società di ricerca del settore tecnologico con sede a New York City, ha proposto una struttura in tre parti per la gestione del lavoro, che dimostra come le 3 A - l'agilità, l'autonomia e l'allineamento - possano aiutare le aziende ad affrontare i cambiamenti rapidi nel mondo del lavoro.

Queste 3 A sono particolarmente rilevanti quando si tratta di ottimizzare la produttività  nei momenti di crisi, soprattutto quella attuale.

1. Agilità

La trasformazione digitale richiede alle aziende di essere agili dal punto di vista operativo. Già da qualche anno si trovavano ad affrontare cambiamenti e nuove esigenze e la crisi del COVID-19 ha accelerato la richiesta. In condizioni così instabili le aziende devono essere in grado di rispondere con rapidità alle priorità e alle richieste che provengono dai propri clienti. L'agilità in azienda non si attiva premendo un interruttore: richiede capacità, flessibilità e velocità e per assimilarle è necessario trovare un buon coach agility. Frequentare un corso aiuta le persone e i team a cogliere il giusto Mindset Agile e ad implementarlo scegliendo la metodologia Agile più adeguata alla propria azienda, per passare da una priorità all'altra e completare i compiti in tempo.

2. Autonomia

L'agilità operativa richiede ai dipendenti di lavorare in autonomia e questo presuppone che si dia loro la fiducia necessaria per lavorare in modo libero e produttivo e inevitabilmente più responsabile. È un cambiamento che richiede spiccate competenze di organizzazione, di orientamento agli obiettivi e ai risultati, di problem solving e di concentrazione, altrimenti si corre il rischio di farsi assorbire dalle pratiche quotidiane o di attendere ordini "dall'alto".

Questa concessione però deve essere supportata dalle giuste informazioni, da una tecnologia personalizzabile e da una chiara leadership. Qualsiasi tecnologia scelta dall'azienda, deve essere facile da usare per tutti i membri del team e presuppone che si dia loro la fiducia necessaria per lavorare in modo libero e produttivo e inevitabilmente più responsabile.

3. Allineamento

George Labovitz definisce l'allineamento come "quello stato ottimale in cui strategia, dipendenti, clienti e processi chiave lavorano in concerto per sostenere la crescita e accrescere i profitti"

(George Labovitz e Victor Rosansky, The Power of Alignment, Wiley 1997).

L'allineamento costituisce una delle basi fondamentali su cui costruire un successo aziendale duraturo nel tempo. In queste nuove forme di lavoro frammentato e dislocato il pericolo è che questo allineamento vada perso. Se le persone lavorano in modo autonomo è quindi necessario disporre di controlli e strutture per garantire che lavorino in modo allineato con la strategia aziendale, con gli obiettivi di reparto, i requisiti di conformità e altri imperativi aziendali. 

L'allineamento è trasparenza, un modo per garantire che le persone possano vedere come il proprio lavoro si collega agli obiettivi da raggiungere. 

Per questo l'utilizzo di piattaforme collaborative, che consentono una visibilità trasversale a tutti i reparti dell'organizzazione, permetterà ai membri del team, ovunque stiano lavorando, di vedere come il loro lavoro si collega agli obiettivi aziendali e influisce sui risultati.

eTEAM risponde a queste caratteristiche poichè è una tecnologia collaborativa, accessibile da qualsiasi posto con una semplice connessione internet e i privilegi necessari per operare. Si integra con i sistemi e i processi aziendali ed ha una modularità scalabile

È in uso con soddisfazione e successo da aziende di ogni dimensione ed esprime il massimo delle proprie potenzialità in quelle organizzazioni che hanno la necessità di governare e monitorare a distanza i workflow legati a tutte le attività di comunicazione.

Contattaci per avere maggiori informazioni o una demo dedicata.

Ultimi case studies

Brand Hub per Whirlpool

Una soluzione per la comunicazione multicountry, arricchita con un modulo di creazione delle label.

Database prodotti e automatismi publishing per Gyproc

Creazione di un repository centralizzato, impostazione di un worflow e automatismi per la gestione e pubblicazione di informazioni tecniche e commerciali dei prodotti.